Linkin Park, “Living Things”: Non ci siamo.

Blackbird

Fondatore del blog, insieme a DevilA. Le sue origini sono, tutt'ora, un mistero (potete riconoscerlo per la sua pessima grammatica italiana)

Potrebbero interessarti anche...

5 Risposte

  1. lorenzo ha detto:

    burn it out, lol mi fai ridere XD

    non sono per nulla d’accordo con te, la cosa bella dei linkin park è che si evolvono e cambiano, questo nuovo album è senza dubbio il loro miglior disco a mio parere, il primo della quale personalmente mi piacciono TUTTE le canzoni dalla prima all’ultima, a dimostrazione che sono bravi sia nello screaming che nella soavità della musica dolce come dimostrato divinamente da tracce come “Roads Untraveled” e “Castle of Glass”.

    • Blackbird ha detto:

      No, wait, parliamone: loro miglior disco? Non esageriamo. Riuscirei a capire un cambiamento di genere SE fatto bene (non è il caso dei LP… Il cd è decente ma non si avvicina alla qualità dei primi), e riuscirei a capire che a molti piace di più questo album di quelli Nu Metal (vedi tendenza generale di avvicinarsi all’elettronica) ma dire che sia il migliore di tutti… No. Siamo anni luce lontani da essere uno dei migliori.

      Con Hybrid Theory e Meteora i LP sono arrivati ad essere una delle più forti (se non LA più forte) band Nu Metal del 2000. Non mi pare che con questo siano arrivati ad essere i più bravi nè dell’elettronica, nè dell’alternative nè tantomeno del nu metal.
      (Un esempio di cambiamento di genere riuscito è quello dei Meganoidi: il primo cd che fecero, cambiando completamente il loro stile musicale, non è piaciuto a nessuno mentre l’ultimo cd, uscito quest’anno, è un ottimo lavoro)

      Sinceramente, ero il primo ad essere entusiasta di living Things (come ho scritto), ma mi aspettavo un lavoro molto, ma molto migliore di questo.

  2. Gianluca Di Matteo ha detto:

    Brutto ma davvero brutto !

  3. Anche tu però fai una recensione su “Living Things” e mi chiami il primo singolo “Burn It Out”?? SI CHIAMA BURN IT DOWN!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.