Hybrid Theory: 12 anni di Linkin Park nelle cuffie

Parsti

Dopo diverse collaborazioni ed esperienze su altri blog e web radio è finalmente diventato un Interstellare, nonché uno dei punti forti del blog. Perseguitato da una psicosi costante per le anguille ( in quanto connubio errato di serpenti e pesci) e da una misantropia senza se e senza ma, ci delizia intervistando le band più improbabili (una sorta di Andrea Diprè della musica) e consigliando gli album ed i film più depressivi che l’umana stirpe abbia mai generato...

Potrebbero interessarti anche...

3 Risposte

  1. Crash Override ha detto:

    si anche io ho iniziato con loro! li ascoltavo nel cellulare! ahah poi sono passato ai korn e via dicendo! li sono pure andati a vedere, li però ho conosciuto anche iggy pop e ho iniziato ad ascoltare anche lui e così via fino ad ora che ascolto qualsiasi cosa!

  2. DevilA ha detto:

    presente!

  3. Blackbird ha detto:

    Ancora mi emoziono, ascoltando i due primi lavori della band, ricordando il mio ingresso nel mondo della “buona” musica.
    Provo dispiacere per la fine che hanno fatto, ma vabè…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.