Colonna sonora o colonna portante?

Parsti

Dopo diverse collaborazioni ed esperienze su altri blog e web radio è finalmente diventato un Interstellare, nonché uno dei punti forti del blog. Perseguitato da una psicosi costante per le anguille ( in quanto connubio errato di serpenti e pesci) e da una misantropia senza se e senza ma, ci delizia intervistando le band più improbabili (una sorta di Andrea Diprè della musica) e consigliando gli album ed i film più depressivi che l’umana stirpe abbia mai generato...

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. ddc ha detto:

    di hans come poter non citare “pirati dei caraibi” (e anche se si esce dal contesto CallOfDuty ModernWarfare2)!!

    secondo me il migliore di tutti è il mitico grandissimo fantastico John Williams. Le sue musiche le ascolto quasi quotidianamente troppo che son belle! Non so come fa, ma per ogni film che ha fatto è riuscito a creare il giusto sound; e basta pensare anche solamente al titolo del film che già mi viene in mente la melodia del tema! Tanto per dirne alcuni: star wars, harry potter, superman, lo squalo, indiana jones, incontri ravvicinati del terzo tipo, jurassic park e non finisco più di elencare

    da stimare anche alan silvestri per ritorno al futuro

    e un altro assolutamente da nominare per l’aver creato delle musiche che, lasciando perdere che siano belle o brutte (ma comunque a me, e non solo, fanno impazzire ), accompagnano assolutamente il film, ma in modo superbo, e meglio sono certo non si poteva fare, howard shore per “il signore degli anelli”. non c’è da fiatare. S T U P E N D E. potrei sentirle senza guardare il film giorno e notte.

    le mie preferite: STAR WARS, IL SIGNORE DEGLI ANELLI. non potrei vivere senza.

    tutto questo per dire “sono d’accordo” con l’articolo.
    il film senza musica non può vivere. pensate poi ai film muti.
    charlie chaplin (regista, attore e tecnico di qualsiasi cosa) pensate che le componeva lui! un genio. film capolavori grazie a tante cose ma in primis alla musica.

    l’inverso però non funziona: la musica può benissimo stupire ed appassionare anche se non accompagnata dal film.

    LA MUSICA E’ TUTTO, NON C’E’ ALTRO DA AGGIUNGERE.

    per concludere: questo è un articolo che DOVEVA stare già da tempo in questo blog che vive di musica, quindi un complimento a parsti per aver colmato questa lacuna.

    ci si risente!
    ROCK!

    • Parsti ha detto:

      Ti ringrazio per il commento molto preciso e puntuale e per aver condiviso con noi le tue impressioni e i tuoi gusti a riguardo! Mi fa piacere che questo argomento riesca a toccare gli altri proprio per l’importanza che attribuisco alla musica , in questo caso intesa come sottofondo di un qualcosa (che poi vuoi o non vuoi è SEMPRE E COMUNQUE sottofondo di un’esistenza). Ai prossimi articoli. Stai rock!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.